Come creare intimacy con i clienti tramite ChatBot, AI e WhatsApp


14-06-2022

Se da un lato cresce la quota di clienti bancari propensa ad utilizzare applicazioni digitali fornite, dall’altro, secondo l’osservatorio di ABI Lab su un campione di banche rappresentative circa il 70 % del mercato, i contact center rimangono ancora oggi il principale touch point tra le banche e clienti per la gestione delle richieste di assistenza e informazioni da e verso i clienti. Sinora l’attenzione delle banche si è focalizzata soprattutto sull’utilizzo delle chat come canale di dialogo con i clienti per gli evidenti vantaggi in termini di efficienza e riduzione dei costi.

Rispetto al tema chat, i clienti bancari sembrano invece avere già maturato un atteggiamento favorevole a utilizzi più innovativi, spostando l’attenzione dall’utilizzo della chat come canale a strumento di relazione iper-automatizzato che combina l’utilizzo di Bot alle tecnologie di Artificial Intelligence (AI), Machine Learning (ML) Natural Language Processing (nlp) per costruire veri e propri agenti digitali intelligenti in grado di interagire 365/24/7 con i clienti, fornire assistenza tempestiva alle richieste di informazioni e alle esigenze operative e transazionali

Sul n. 2 di mk l’articolo di Riccardo Pasotti di Supernovae Labs introduce le best practice globali che hanno costruito vere e proprie strategie di WhatsApp banking con impatti significativi sui clienti in termini di soddisfazione, engagement e redditività.

Servizi e prodotti online